RIMBORSI



 
Motivi per chiedere il rimborso
 
In caso di servizi irregolari, per cause di inadempienze attribuibili alla Ferrotramviaria, per cui sia prevedibile un ritardo in arrivo alla destinazione finale del viaggio superiore a 60 minuti, il viaggiatore può ottenere il rimborso del costo del biglietto acquistato:
•  per la parte di viaggio non ancora effettuata;
•  per l’intero viaggio qualora il viaggiatore non intenda iniziare il viaggio;
•  per l’intero viaggio (compresa la parte già effettuata) se la prosecuzione del viaggio non è più utile in relazione al programma iniziale, nel qual caso il viaggiatore ha la possibilità di tornare al punto di partenza non appena possibile, prima di raggiungere la destinazione finale.
Per ottenere il rimborso il biglietto di corsa semplice deve risultare obliterato in partenza non prima di 15 minuti dall’inizio della perturbazione che ha causato il disservizio e non oltre l’orario in cui la stessa termina.
Per il biglietto A/R il rimborso, in caso di soppressione o ritardo nella tratta di andata o in quella di ritorno, è calcolato rispetto alla metà del prezzo del biglietto.
Per i titolari di abbonamento il rimborso è pari alla quota giornaliera del costo completo dell’abbonamento.

Come chiedere il rimborso
 
Per ottenere il rimborso del biglietto acquistato e non utilizzato, per le suddette ragioni, il viaggiatore, entro le 48 ore successive all’evento che ha generato la richiesta di rimborso, nel caso di biglietti di corsa semplice e di corsa A/R, oppure entro le 48 ore successive alla scadenza di validità del titolo di viaggio, nel caso di abbonamenti settimanali e mensili, dovrà inoltrare alla Ferrotramviaria una richiesta scritta, allegando il biglietto non utilizzato in originale e copia del documento di identità.
In caso di biglietto acquistato on line o tramite App “Ferrotranviaria SpA” e abbonamento caricato sulla “tessera e-via”, deve essere indicato il numero identificativo del biglietto o la data e l’ora di acquisto del titolo di viaggio.
Inoltre, il viaggiatore dovrà dichiarare: giorno, luogo, ora e linea oggetto del mancato servizio e specificare la forma di pagamento del rimborso, a scelta tra l’emissione di un biglietto sostitutivo o la corresponsione in denaro.
In caso di invio tramite Servizio Postale farà fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante.

Riscontro alla richiesta di rimborso
 
Entro 30 giorni dalla data di ricezione della richiesta di rimborso, dopo aver proceduto alle ulteriori verifiche ed accettata la richiesta, l’Azienda procederà all’invio presso il domicilio o indirizzo e-mail indicato dal richiedente di un biglietto sostitutivo o di una credenziale per il ritiro del rimborso del costo del biglietto in denaro. Il rimborso è effettuato in denaro su richiesta del viaggiatore.
La comunicazione viene inviata anche in caso di mancato riconoscimento.
 

Non si ha diritto al rimborso
 
Non è prevista alcuna forma di rimborso:
•  per servizi saltati o irregolari per cause di forza maggiore, come ad esempio calamità naturali, eventi atmosferici, imprevisti del veicolo, scioperi, interruzioni stradali o, comunque, per cause derivanti da situazioni non imputabili all’Azienda;
•  se il suo importo risulta inferiore ai 4 Euro;
•  in caso di furto, smarrimento, deterioramento del biglietto e in caso di mancato utilizzo dipendente da fatto proprio del viaggiatore;
•  per i biglietti e gli abbonamenti a tariffa promozionale.




INDENNIZZI

Motivi per chiedere l’indennizzo
 
In caso di servizi irregolari, per cause di inadempienze attribuibili alla Ferrotramviaria, per cui sia prevedibile un ritardo in arrivo alla destinazione finale del viaggio superiore a 60 minuti, ove il viaggiatore non abbia chiesto il rimborso secondo le regole riportate nello specifico capitolo e abbia proseguito il viaggio verso la destinazione finale, non appena possibile, con gli autoservizi sostitutivi messi eventualmente a disposizione o con la prima corsa utile, oppure seguendo un itinerario alternativo senza pagamento dell’eventuale differenza di prezzo, è previsto il riconoscimento di una indennità da ritardo pari:
•  al 25% del prezzo del biglietto di corsa semplice per un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti;
•  al 50% del prezzo del biglietto di corsa semplice per un ritardo pari o superiore a 120 minuti.
Per ottenere l’indennizzo il biglietto deve essere obliterato oltre che nella località di partenza anche nella località di arrivo.
Per il biglietto A/R l’indennizzo, in caso di ritardo nella tratta di andata o in quella di ritorno, è calcolato, nelle percentuali sopra specificate, rispetto alla metà del prezzo del biglietto.
Per i titolari di abbonamento l’indennizzo è calcolato, nelle percentuali sopra specificate, rispetto alla quota giornaliera del costo completo dell’abbonamento.

Come chiedere l’indennizzo
 
Per ottenere il risarcimento il viaggiatore entro le 48 ore successive all’evento che ha generato la richiesta di indennizzo, nel caso di biglietti di corsa semplice e di corsa A/R, oppure entro le 48 ore successive alla scadenza di validità del titolo di viaggio, nel caso di abbonamenti settimanali e mensili, dovrà inoltrare una richiesta scritta alla Ferrotramviaria, corredata da titolo di viaggio in originale e copia del documento di identità.
In caso di biglietto acquistato on line o tramite App “Ferrotranviaria SpA” e abbonamento caricato sulla “tessera e-via”, deve essere indicato il numero identificativo del biglietto o la data e l’ora di acquisto del titolo di viaggio.
Inoltre, il viaggiatore dovrà dichiarare: giorno, luogo, ora e linea oggetto del ritardo
In caso di invio tramite Servizio Postale farà fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante.

Riscontro alla richiesta di indennizzo
 
Entro 30 giorni dalla data di ricezione della richiesta di indennizzo, dopo aver proceduto alle ulteriori verifiche ed accettata la richiesta, l’Azienda procederà all’invio presso il domicilio o indirizzo e-mail indicato dal richiedente di una credenziale per il ritiro dell’indennità in denaro.
La comunicazione viene inviata anche in caso di mancato riconoscimento.

Non si ha diritto all’indennizzo
 
L’indennità da ritardo non è riconosciuta:
•  ai possessori di biglietti gratuiti;
•  ai possessori di biglietti e abbonamenti a tariffa promozionale;
•  per servizi saltati o irregolari per cause di forza maggiore, come ad esempio calamità naturali, eventi atmosferici, imprevisti del veicolo, scioperi, interruzioni stradali o, comunque, per cause derivanti da situazioni non imputabili all’Azienda;
•  se il viaggiatore al momento dell’acquisto del biglietto è stato adeguatamente informato del ritardo;
•  se il ritardo nell’ora di arrivo prevista proseguendo il viaggio su un servizio diverso o in base a itinerario alternativo rimane inferiore a 60 minuti;
•  se il suo importo risulta inferiore ai 4 Euro.

 

 

Le richieste di rimborso potranno essere inoltrate con le seguenti modalità:

  • Per Posta ordinaria all’indirizzo:

                FERROTRAMVIARIA S.p.A - Ferrovie del Nord Barese e Autolinee
                DIREZIONE GENERALE TRASPORTO
                Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne
                Piazza A. Moro n. 50/B - 70122 – BARI
  

  • Personalmente presso gli uffici di Ferrotramviaria:
          Piazza A. Moro, 50/B, Bari
          dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00
  • Fax al numero 080.5235480 *
  • App ‘’Ferrotramviaria S.p.A.’’ per dispositivi mobili con sistemi operativi Android o Apple (iOS), cliccando sull’icona Contatti/Segnalazioni *

 *Solo per acquisti di biglietti effettuati on line o tramite App “Ferrotramviaria SpA” o caricati su tessera e-via, riportando il numero identificativo del biglietto o la data e l’ora di acquisto del titolo di viaggio.

 

 

 

Ferrotramviaria S.p.A Direzione Generale Trasporto
Piazza A. Moro, 50/B - 70122 Bari

Partita Iva: 00890311004 - C.F.: 00431220581
Registro imprese: CCIAA ROMA n. 00431220581
Capitale sociale: 5.000.000 € I.V. - R.E.A. n. 83839